• home
  •  / Musei
  •  / Orvieto
  •  / Orvieto - Museo Opera del Duomo

Orvieto -Museo Opera del Duomo

Musei

Nato nella seconda metà dell’Ottocento, è stato chiuso nel 1989 per un globale intervento di restauro. Nel 2006 è stato restituito alla fruizione del pubblico all’interno di un itinerario di visita articolato nelle sedi del Museo Emilio Greco, dei Palazzi Papali, della Cappella Nova nella cattedrale, della ex chiesa di Sant’Agostino, nel quartiere medioevale della città.
Nei Palazzi Papali si possono ammirare opere di Coppo di Marcovaldo, Simone Martini, Arnolfo di Cambio, Luca Signorelli, Nicolò Circignani detto il Pomarancio.
Di particolare interesse un dipinto su laterizio noto come l’Autoritratto del Signorelli.
La Cappella Nova o di San Brizio, costruita tra il 1406 e il 1444 nel fianco destro del Duomo orvietano, costituisce una delle maggiori testimonianze della pittura italiana per il ciclo di affreschi eseguiti dal 1447 al 1449 dal Beato Angelico1447-49 e dal 1499 al 1504 da Luca Signorelli. Nel 1447, l’Opera del Duomo deliberò che la cappella venisse decorata da fra’ Giovanni da Fiesole, detto il Beato Angelico. L’artista domenicano venne ad Orvieto alla metà di giugno portando con sé Benozzo Gozzoli come aiuto, Giovanni Antonio da Firenze e Giacomo de Poli come “famuli”. La Fabbriceria gli mise a disposizione il pittore orvietano Pietro di Nicola Baroni. I soprastanti dell’Opera del Duomo decisero il programma iconografico dopo avere sentito l’artista (il tema del Giudizio Universale fu dunque suggerito o proposto dallo stesso pittore). L’Angelico cominciò ad affrescare le prime due vele della volta prospiciente la parete di fondo con il Cristo Giudice e il Coro dei Profeti nell’estate del 1447. Il contributo di Benozzo Gozzoli è ravvisabile in molti angeli della scena del Cristo Giudice e, nell’altra vela, negli incarnati di tre profeti e in alcune testine contenute negli esagoni delle fasce (ritratto di un giovane biondo, ragazzo con il turbante, ragazzo affacciato fuori dall’esagono, bambina con cuffietta, l’autoritratto dell’autore). La presenza in cantiere del Beato Angelico terminò nel 1449. lavori rimasero interrotti per cinquant’anni. Nell’aprile del 1499 (dopo dieci anni di trattative col Perugino, che avanzava richieste economiche ritenute troppo esose), l’Opera affidò a Luca Signorelli l’incarico di proseguire i lavori. Fu confermato il tema del Giudizio Universale, sulla spinta di una cultura permeata dall’esegesi biblica e particolarmente interessata alla figura dell’Anticristo, e vennero chiamati alcuni “venerabiles magistri sacre pagine” (esperti in materia teologica) per le scelte iconografiche. Luca Signorelli portò a termine la decorazione lasciata incompiuta dal Beato Angelico (i Cori celesti della campata verso l’altare, il Coro degli apostoli e i simboli della Passione secondo i disegni del frate domenicano); quindi eseguì la decorazione delle vele della seconda campata (quelle sopra l’ingresso) con altri quattro Cori celesti. Nel 1500 Signorelli presentò il progetto per le pareti, alle quali lavorò fino al 1504 completando la decorazione di tutta la cappella. Ebbe come aiuto il figlio Antonio (fino al 1502). Il suo ciclo, con le "Storie dell'Anticristo", il "Finimondo", la "Resurrezione della carne", i "Dannati", gli "Eletti", il "Paradiso" e "L'Inferno", rappresenta uno dei vertici della pittura rinascimentale.
 

 

Indirizzo Palazzi Papali, Piazza del Duomo, 05018 Orvieto (TR)
Orari di apertura

Duomo

1° novembre - 28 febbraio 7.30-12.45 14.30-17.15

marzo e ottobre 7.30-12.45 14.30-18.15

1° aprile- 30 settembre 7.30-12.45 14.30-19.15


Cappella Nuova o di S. Brizio

1° novembre - 28 febbraio feriale: 9- 12.45 14.30- 17.15
festivo: 14.30- 17.45

marzo e ottobre feriale: 9- 12.45 14.30- 18.15
festivo: 14.30- 17.45

1° aprile- 30 giugno feriale: 9- 12.45 14.30- 19.15
festivo: 14.30-17.45

1° luglio-30 settembre feriale: 9- 12.45 14.30- 19.15
festivo: 14.30- 18.45

Palazzi Papali ed ex chiesa di Sant’Agostino

da novembre a febbraio 9.30-13.00 15.00-17.00
(chiuso il martedì)

da aprile a settembre 9.30-19.00

marzo e ottobre 9.30-13.00 15.00-18.00

Museo Emilio Greco

da aprile a settembre 9,30 - 19

marzo e ottobre 9,30 - 13/ 14 - 18 (martedì chiuso)

novembre, dicembre, gennaio, febbraio 9,30 - 13/ 15 - 17 (martedì chiuso)

 

 

Recapiti telefonici tel. e fax 0763 343592
Sito web www.opsm.it
E-mail opsm@opsm.it
Biglietto

Biglietto unico Museo Emilio Greco, Cappella di San Brizio, Palazzi Papali ed ex chiesa di Sant’Agostino.
Intero 6,50 €
Ridotto 5,00 € : gruppi di minimo 15 unità, minori di 18 anni e maggiori di 65, universitari con tesserino, residenti nei Comuni della Diocesi di Orvieto-Todi.
Gratuito per  minori di sei anni, insegnanti accompagnatori, disabili e accompagnatore, giornalisti con tesserino
 

Come arrivare

In auto

Autostrada A1 Roma-Firenze, uscita Orvieto
Superstrada E45 Perugia-Todi, uscita Todi-Orvieto, proseguire lungo SS 448 Todi-Orvieto
SS 71 «Umbro Casentinese» Arezzo-Viterbo

In treno

Linea Roma-Firenze, stazione di Orvieto

Orvieto, il duomo
 
Luca Signorelli (1445 - 1523) - Apocalisse (1499), Predicazione dell'Anticristo
Luca Signorelli (1445 - 1523) - Apocalisse (1499), Predicazione dell'Anticristo
 
Luca Signorelli, Resurrezione della carne
Luca Signorelli, Resurrezione della carne
 
Luca Signorelli, Inferno
Luca Signorelli, Inferno
 
Luca Signorelli, Paradiso
Luca Signorelli, Paradiso
 
Coppo di Marcovaldo (attr.), Madonna in trono con Bambino, 1270 ca.
Coppo di Marcovaldo (attr.), Madonna in trono con Bambino, 1270 ca.
 
Simone Martini, Polittico con San Domenico
Simone Martini, Polittico con San Domenico
 
Arnolfo di Cambio, Accolito turiferario, 1282 ca
Arnolfo di Cambio, Accolito turiferario, 1282 ca
 
Luca Signorelli, Maddalena, 1504
Luca Signorelli, Maddalena, 1504