• home
  •  / Musei
  •  / Parrano
  •  / Parrano - Tane del diavolo

Parrano - Tane del diavolo

Musei

Complesso di grotte i cui ingressi si aprono sulle pareti scoscese del massiccio calcareo che si erge nella vallata di Parrano, immediatamente al di sotto del paese. La presenza di acque sulfuree colora di un sorprendente colore azzurro l’acqua dell’ultimo laghetto. Un posto adatto agli speleologi. Attenzione: le escursioni sono possibili esclusivamente con guide del centro di documentazione territoriale.

Recapiti telefonici 3405768843 - 3339752738
Sito web www.parrano.it
E-mail rosavidi@email.it
Come arrivare

All'uscita dell'Al di Fabro (FI-RM) si segue la strada per Parrano, arroccato su una collina che domina il Fosso del Bagno (quello che percorre la forra), affluente del Chiani. In vista del paese si attraversa un lungo ponte, oltre il quale occorre deviare su una strada sterrata a sinistra che termina in prossimità della sorgente sulfurea a ridosso dell'uscita dalla gola che si presenta come un profondo bacino racchiuso fra alte pareti calcaree.

L'imbocco della forra si raggiunge in due modi.


Il primo è quello di seguire il sentiero che si inerpica sulla rupe di sinistra,fra la boscaglia.Rggiunta la sommità della bastionata calcarea, si oltrepassa un sentierino che, sulla destra, scende rapidamente fin dentro la forra e porta al torrente in corrispondenza del primo arco naturale.
Dopo aver oltrepassato un affluente di destra si raggiungono una briglia e l'alveo del Fosso. Qui inizia la forra.


Il secondo consente di arrivare all'inizio della forra in auto. Per questo occorre proseguire per Parrano e poi, quasi all'inizio del paese e dopo un tornante fra le case, deviare a sinistra per la strada che porta in località Manziano.
Fuori dall'abitato ci si inoltra fra campi. Poi si scende in un bel bosco di pini. Poco dopo c'è il Fosso del Bagno.

Tane del diavolo