• home
  •  / Musei
  •  / Terni
  •  / Terni - Carsulae

Terni - Carsulae

Musei

Uno dei siti archeologici più importanti dell’Umbria. risalente probabilmente ad epoca preromana posto, a cinquecento m. s.l.m. lungo la futura via Flaminia, al confine tra i territori comunali di Interamna Nahars (Terni) e Casventum (San Gemini) e abbandonato intorno al IV – V secolo d.C. Il posto è  menzionato da Plinio il Giovane (Ep. I, 4) e dallo storico Tacito (Hist. III, 60), che  ne decantavano la salubrità e la fertilità. Non è sicuro se fu abbandonato dopo che il vecchio tracciato della Flaminia fu sostituito da quello nuovo che passava per Terni-Spoleto oppure a causa di un terremoto. Sembra che gli abitanti si siano spostati nella vicina Cesi, mentre Carsulae offrì materiale edilizio per gli edifici della zona. Secondo alcuni studiosi, come lo scomparso prof. Manlio Farinacci, pare che Carsulae avesse ospitato un grande santuario per i culti celtici. Secondo Farinacci, le prime popolazioni dell'Italia Centrale insediate dal Tirreno all'Adriatico (Sabina, Umbria, Marche) sarebbero state d'origine celtica. Gli Etruschi le avrebbero spinte verso l'interno della Penisola, nella zona tra il Tevere e le sponde del Nera. Successivamente, la discesa dei Galli Senoni dalla Padania lungo le coste adriatiche le avrebbe ulteriormente spinte verso l'interno. Si sarebbe configurata in tal modo un'area "celtica" comprendente l'Umbria, la Sabina, le Basse Marche, ossia Piceno e Sannio. Ai primitivi insediamenti gallici sarebbe seguito, tra il V e IV secolo, quello degli Umru, a loro volta divisi in Nahars (sulla riva destra del  fiume Nera) e Sab-Saf (sulla riva sinistra). Congetture a parte, visitando oggi l'area archeologica si possono ammirare il cardo maximus (la Via Flaminia) con l’originale pavimentazione in pietra, l’arco di S. Damiano, realizzato in blocchi di travertino e costituente l’ingresso settentrionale della città, monumenti funerari al di fuori dell’abitato, il foro circondato da resti di edifici pubblici, un grande arco quadriforme all’ingresso del foro, due templi gemelli con tabernae, imponenti resti di un anfiteatro, il teatro di cui rimane gran parte della struttura muraria, la basilica, resti di un edificio termale e di cisterne. Da notare è, inoltre, la chiesa di S. Damiano, edificio medievale realizzato su resti di una costruzione romana attestante la tarda frequentazione dell’area.
A Carsulae è funzionante un Centro di documentazione con reperti rinvenuti nelle campagne di scavo.
 

Indirizzo Loc. Carsoli, 8, 05100 Terni
Orari di apertura

da aprile a settembre 8,30 - 19,30/ da ottobre a marzo 8,30 - 17,30 

Recapiti telefonici 0744 334133
E-mail carsulae@sistemamuseo.it
Biglietto

biglietto intero € 5,00; biglietti ridotti di tipo A € 3,50; biglietto ridotto di tipo B € 2,50

biglietto integrato (Carsulae, area museale ex Siri, mostra permanente di paleontologia e anfiteatro romano) intero: € 7,00;

biglietto integrato (Carsulae, area museale ex Siri, mostra permanente di paleontologia e anfiteatro romano) ridotto di tipo A: € 5,00;

biglietto integrato (Carsulae, area museale ex Siri, mostra permanente di paleontologia e anfiteatro romano) ridotto di tipo B: € 3,50;

Hanno diritto al biglietto ridotto di tipo A: sito archeologico di Carsulae e biglietto integrato, i cittadini dell’Unione Europea di età compresa tra i 18 ed i 25 anni, i docenti con incarico a tempo indeterminato nelle scuole statali ed i gruppi turistici composti da almeno 15 persone

hanno diritto al biglietto ridotto di tipo B : sito archeologico di Carsulae e biglietto integrato, i cittadini dell’Unione Europea che non abbiano compiuto il diciottesimo o che abbiano superato il sessantacinquesimo anno di età; i gruppi di studenti delle scuole italiane e degli altri stati dell’UE, accompagnati dagli insegnanti; docenti o studenti delle facoltà di architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione, lettere e filosofia (corsi di laurea in lettere con indirizzo archeologico o storico-artistico) e delle accademie di belle arti; tutti gli altri soggetti o categorie di soggetti previsti dalla normativa statale vigente.

Hanno diritto al biglietto gratuito : in tutti i siti del Sistema Museale i cittadini residente nel Comune di Terni, i disabili ed i loro accompagnatori, gli accompagnatori turistici, le guide e gli interpreti turistici nell’esercizio dell’attività professionale, il personale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed i partecipanti alle attività didattiche organizzate dal Comune.

 

 


 

Come arrivare

Da Terni dirigersi verso Cesi-San Gemini

Carsulae
 
Carsulae 1
 
Carsulae 2
 
Carsulae 3
 
Carsulae 4
 
Carsulae 5
 
Carsulae 6